giovedì 29 settembre 2011

Come affrontare realisticamente la crisi economica



Dalle mie parti dovrebbe passare il tunnel dei neutrini, a quanto pare. Considerato che si andrebbe così veloci da anticipare l’effetto a prima della causa (modalità già sperimentata dal premier nell’atto di smentire cose non ancora dette), direi che, a conti fatti, col mio telepass premium ho diritto ad un viaggio nel tempo.

Tornerei indietro, non di molto, giusto il tempo di lasciare l’università e puntare su di un comodo corso per apprendere il montaggio degli infissi. Così da ritrovarmi, quattro lustri dopo, a poter chiedere migliaia di euro in nero in giro per il paese a farlocchi in possesso sì di una laurea, ma utile a stento per poter partecipare a concorsi pubblici per aspiranti toner. Complemento oggetto.

A questo punto, metà anni novanta, cercherei quello che oggi si chiama “venture capitalist”. Gli direi che vengo dal futuro. Salterei le anticipazioni sul presidente americano di colore e gli scudetti all’inter, perché non ci crederebbe. Ma gli esporrei il mio promemoria su come investire i suoi soldi, riservandomi una piccola percentuale.

Da un computer (investire molto) si potrà avere accesso a tutto lo scibile umano e a porno gratis. Ma servirà cercarli. Investire (ma tanto) su un motore di ricerca la cui schermata sia, però, tutta bianca, con una striscia dal debole contorno azzurro ed un logo con 6 lettere multicromatiche. Un bel riconoscimento per i webdesigner che ci hanno insegnato tanti anni fa che lo sfondo deve essere nero e le scritte bianche, altrimenti l’occhio si stanca. Bel lavoro, ragazzi!
Investire (parecchio) su un sito web con, per lo più, video di gatti, tradotto in “Tu Tubo”.
Investire (a cascata) sull’azienda che produrrà un telefono tradotto in ”Io Telefono”.
Investire (a iosa) sull’azienda gestita da uno timido coi capelli rossi, che però giura di aiutarti a connetterti e rimanere in contatto con le persone della tua vita, attraverso la pubblicazione di foto delle vacanze. Persone della tua vita che si svegliano alle sei di mattina per raccogliere frutta virtuale.
Investire (molto) in tecnologia coreana.
      
Alla fine mi consiglierebbe di re-iscrivermi alla facoltà che avevo da poco abbandonato per una florida ed ipotetica carriera di installatore di infissi. Perchè anche nella fantasia, li ricommetto tutti, i miei errori.

12 commenti:

  1. alle 6 ho trovato uno scorpione per niente virtuale, il toner fa malissimo - usa almeno la mascherina - e nel video c'è la gelmini. buondì.

    RispondiElimina
  2. Se rinasco faccio l'idraulico e vaffanculo

    RispondiElimina
  3. Come "smerdi" tu la Mela,non la smerda nessuno..!!

    RispondiElimina
  4. pure io avrei investito (molto), ma col camion.

    RispondiElimina
  5. non è mica facile montare un infisso a regola d'arte
    però non tutti sanno riconoscere un infisso montato bene da uno montato male che comincerà come sintomo a rompere cremagliere
    il brutto è che quelli che li montano male si fanno pagare come quelli che li montano bene
    bisognerebbe fare ordine ed un repulisti anche in questo campo,
    per il bene del bobbolo tajano

    RispondiElimina
  6. Non hai paura che cambieresti così il cammino del tempo: PlayBoy continuerebbe a regnare mentre a You Tube rimarrebbero solo i gattini; gli iPhon non venderebbero quando il telefono Sip; Zuckeberg decide di far fb, ma senza farmville, causando la sua rovina ;la Corea decide di investire sul cibo, che girare la rotella del Sip è davvero troppo complicato 8si sbaglia sempre numero e bisogna riagganciare)

    RispondiElimina
  7. Io tornerei indietro per fare pressioni sull'industria di skate.
    In fondo siamo quasi all'alba del 2015 e io di volopattini in giro non ne vedo.
    E questo è male.

    RispondiElimina
  8. eddai è sul futuro che bisogna puntare...

    RispondiElimina
  9. @ ciku: mi auguro che non sia un segno zodiacale. non ho mascherine per scelta personale. "la gelmini" mi intristisce. girella.

    @ ragno: l'importante è mostrare un pezzo di culo quando ti abbassi. è il 50% del lavoro di un buon idraulico.

    @ pit: e non erano ancora usciti aifon 4esse e necrologi di jobbese.

    @ pat: ma di quelli ammericani, quelli larghi.

    RispondiElimina
  10. @ frac: ma chi controlla il controllore?

    @ magneTico: Anche tu.

    @ enmnv: eppure il telefono sip faceva un rumore spettacolo.

    @ Joelle: spiegami che tipo di pressioni intendi fare. magari posso aiutarti.

    @ Diz: non ho fiches.

    RispondiElimina
  11. Sei fatto per perseverare...

    RispondiElimina