mercoledì 16 febbraio 2011

Biondo Venere


nella foto, alcune bionde



Non divido mai per categorie. Non credo che le bionde siano meno intelligenti delle more, né che le rosse siano più stronze delle castane. Ma quello che sto per raccontarvi, disegna una profonda crepa nelle mie convinzioni.

Elenco delle cose realmente accadute alla mia collega bionda e svampita, nell’ultimo anno:

1)      L’alcolista con la 66 cl. di Peroni nella mano le si avvicina, scruta nel carrozzino ed accarezza la copertina bianca ed il cuscino, mugugnando qualcosa. Intanto il bambino, ipotetico destinatario della scomposta carezza, dormiva in braccio alla mia collega bionda e svampita.
2)      All’uscita dell’autostrada xxy (direzione yyx), il casellante, in un notevole ed elegante sfoggio di charme, le fa: “E’ il tuo colore naturale dei capelli, o sono costretto a scoprirlo da me?” La mia collega bionda e svampita rialza il finestrino.
3)      Un nostro cliente, neanche tanto assiduo, le chiede l’amicizia su facebook. La mia collega bionda e svampita, che non negherebbe il contatto neanche ad Ahmadinejad, accetta. Il primo messaggio lasciatole in bacheca dal tizio: “Lascia tuo marito e partiamo per una crociera.”
4)      Il tipo tossico che ti dà una penna e ti chiede se vuoi firmare contro la droga (no!), le si avvicina, le stringe il braccio intorno alla vita e le sussurra nell’orecchio, con alito probabilmente Mild, “Mi ricordi la Madonna”.
5)      Il piccolo della mia collega bionda e svampita dal pediatra piange molto, ha paura del medico. Il dottore pensa bene di aiutare il piccolo a fraternizzare con l’uomo col camice. Si rivolge alla mia collega bionda e svampita: “Abbracciamoci, signora, così il bambino capisce che non sono un nemico”. E la abbraccia, forte forte, senza neanche attendere risposta, per una trentina di interminabili secondi.
6)      Sei mesi fa, la mia collega bionda e svampita si inserisce in una chiacchierata, sempre su facebook, tra due fidanzati, che non conosce neanche di persona, ma vedi punto 3. Il suo intervento tende solo a ricordare che il titolo riprende un aforisma di Chopin (ne faceva anche lui, pare). Nasce una discussione furibonda tra i due fidanzati, lunga una decina di mb. Dopo una settimana i due si lasciano.
7)      La mia collega bionda e svampita deve recarsi a fare una panoramica ai denti. Chiede un permesso al capo e costui glielo concede. Ma la segue, e per non dare nell’occhio, si fa una panoramica anche lui. Infine, chiede alla mia collega bionda e svampita di anticipargli i € 40,00 occorrenti. Ella accetta.
8)      La mia collega bionda e svampita si reca presso un negozio di articoli per lo sci. Controlla l’eventuale presenza di persone all’interno dei camerini. Sceglie. Apre. Qui, vi trova un uomo di mezza età, completamente nudo (fatta eccezione per un paio di calzini bianchi di spugna), in posa plastica davanti allo specchio, in piedi sullo sgabello. Costui la guarda, impassibile, mantenendo la posizione. Lei scappa via.

La mia collega bionda e svampita è una brava ragazza. Ha una laurea. Lavora sodo. Le succedono delle cose.

29 commenti:

  1. troppo ossigeno, se è tinta. (questa è cattiva, ma sono stata bionda anch'io, mi chiamavano Shakira. Chiedo perdono strisciando sulle ginocchia nel brecciolino)

    RispondiElimina
  2. la pedini? Sei un maniaco e sono sicuro che sei pure amico di Ahmadinejad. Vorrei essere anche io amico di Ahmadinejad su fb, ma non ho fb. Ahmadinejad l'hai googlato o sei riuscito a scriverlo senza sbirciare? La tua collega bionda avrebbe avuto la spocchia di azzardare.

    RispondiElimina
  3. uhm gli uomini non lo sanno [cioè pensano che loro hanno il metodo perfetto per smascherare le false bionde] ma oggi l'industria fornisce ogni tipo di tintura per ogni tipo di pelo...

    RispondiElimina
  4. Vede anche ggente, non c'è dubbio.

    RispondiElimina
  5. ...E le racconta pure, a quanto pare.
    Ettore... ... ...Ma tu sei biondo?

    RispondiElimina
  6. @ tutti: è tutto verissimo, anzi veriffimo. ironia della sorte, oggi pomeriggio (e l'ho saputo 20 minuti fa perchè ha avvertito il mondo intero con FB, che iddio fulmini zuckerazingerberger) il benzinaio dell'API le ha dato il resto e 3 baci perugina.

    @ ubi: l'ho scritto bene? alle volte mi faccio paura da solo...;)

    @ quasantonio: ognuno ha lo scheletro nell'armadio. il tuo canta wakawaka.

    @ D.: gli uomini credono di sapere tutto.

    @ web: siamo su quel tipo, ma meno frikkettona.

    @ maniglia: in realtà, non sono nè carne nè pesce.

    RispondiElimina
  7. Anche gesù cristo era un bravo ragazzo biondo, eppure l'hanno avvelenato...o qualcosa di simile. [consiglio alla collega bionda due, tre, quattro plegine]

    RispondiElimina
  8. Credo che la sostanziale differenza la faccia il seguente quesito: è una bionda tinta o no? ...tutto si spiegherebbe.

    bel blog, i miei complimenti.

    RispondiElimina
  9. Secondo me il problema non è tanto che è bionda e svampita.
    Secondo me il problema è che è gnocca.

    RispondiElimina
  10. Tutto ciò è di supporto alla mia teoria che tutte le donne, femmine e no, hanno bisogno di un uomo, maschio, che le stia vicino, le protegga, le sappia guidare ed in certi casi di resistenza e ostinazione si faccia consegnare il reddito

    RispondiElimina
  11. Ecco perchè volevo nascere bionda....

    RispondiElimina
  12. Dev'essere una vera sorca. Foto?

    RispondiElimina
  13. mi sa che hal ha centrato il punto. nonostante la mia biondità, a me 'ste cose nn succedono.
    ad ogni modo avrei voluto tanto assistere alla scena con il pediatra...

    RispondiElimina
  14. C'è da dire che esistono anche le bionde dentro... La mia collega bruna infatti si vanta di essere una "bionda dentro" e il fatto che lo consideri un vanto mi fa pensare che potrebbe anche aver ragione.

    RispondiElimina
  15. @Vaniglia: e poi scopriremo che ci sono anche quelle che si considerano "bionde sotto"... ;)
    Per la serie: "non c'è limite al biondo".

    RispondiElimina
  16. Mi passi il suo contatto su FB? Mi spaccerò per il pediatra

    RispondiElimina
  17. @ Emma: in passato ci ha dato già.

    @ Ale ed altri: no, non è tinta (non ho verificato, me lo ha giurato)

    @ Sciuscia ed altri: tanto gnocca quanto svampita quanto bionda

    @ frac: teoria interessante, la tua.

    @ ciku e peppe: 30 secondi (non per marte). nenache totò, con sofia loren, in miseria e nobiltà oso tanta faccia di culo.

    @ pussytudine et maniglia: la biondità è dentro noi tutti e voi tutte.

    RispondiElimina
  18. è una donna fortunata. non c'è dubbio.

    RispondiElimina
  19. @Marziano: Assolutamente... Malaparte in "La pelle" ci ha illuminati come già nel primissimo dopoguerra, a Napoli, i capelli biondi (ma anche rossi) fossero merce rara proprio per ovviare al dilemma di come diventare "bionde sotto" al solo scopo di far sentire più a loro agio gli americani che con il pube femminile "moro" non c'avevano tanta dimestichezza. L'esordio delle extension, in pratica...

    RispondiElimina
  20. Deve esse' parecchio gnocca. esci fuori la foto.

    RispondiElimina
  21. Io credo che gnocca o meno le cose succedono sempre a chi se le fa succedere. Bisogna esserci predisposti, avere quella lucina negli occhi che fa pensare all'altro «qui una battutina (o altro)ce la posso anche fare»

    RispondiElimina
  22. @ fabio; il tuo commento mi ha fatto riflettere molto. Indagheró.
    @ linda: si, è gnocca.
    @ straf: lei non si considera tale.
    @ maniglia: mi imbarazzi con la tua cultura che va dalle modalità di conservazione dei gelati a curzio malaparte ;)

    RispondiElimina
  23. E ancora non sai della mia laurea in tautologia applicata con master in contraddizione teorica...

    RispondiElimina
  24. Meno male. Vuol dire che proprio svampita non è, allora.

    RispondiElimina
  25. Prendere appunti dettagliati sulla collega di turno; cosa non ci si inventa pur di non lavorare?

    RispondiElimina
  26. @ mani: parlamene, la contraddizione teorica è alla base della mia vita.

    @ straf: si, ma non capisce il perchè di tanta attenzione. io si.

    @ andrè: ci si inventa di tutto.

    RispondiElimina
  27. No, giammai... Finiresti per perdere definitivamente il contatto con la realtà...

    RispondiElimina
  28. ti prego la voglio conoscere!!!
    una che racconta ste cose ti risolleva la giornata :)

    RispondiElimina